TAMA Superstar Classic: una buona batteria a €1000, si può fare?

Francesco Sicheri

Francesco Sicheri

Mi chiamo Francesco e tutti i giorni ascolto, leggo e scrivo. Da più di tredici anni mi occupo di giornalismo musicale, sul web e sulla carta. Oggi scrivo per GasTube, e sono editor per Guitar Club e Drum Club. Da poco ho lanciato il mio podcast, "Frank Talks", nel quale parlo di musica, di libri, e di passioni, e lo faccio con tanti ospiti interessanti.

Diventa mio allievo

  • Nessuna scadenza;
  • Contatto diretto per risolvere ogni dubbio;
  • Aggiornamenti e nuove lezioni inclusi a vita.

Proviamo a fare le cose un po’ diversamente dal solito. Avete letto il titolo, ma è giusto spiegare il motivo di questo articolo e del nuovo video. Oggi andiamo un po’ controcorrente rispetto ai soliti argomenti. Invece che cercare di ridurre l’ingombro del nostro drumkit, così da renderlo più agile e facile da trasportare, proviamo invece a fare l’esatto contrario. Insieme alla TAMA Superstar Classic e Strumentimusicali.net, cerchiamo di capire se con €1000,00 circa riusciamo ad assicurarci un drumkit completo di tutto e dalla buona qualità.

€1000,00 sono un bel gruzzolo, ma non sempre sono abbastanza. Come fare per cercare di sfruttare al meglio questo tipo di budget? E soprattutto: è possibile con €1000,00 (circa) portarsi a casa una batteria di buona qualità, dal suono convincente, e dal numero di tamburi e piatti sufficientemente variegato?

Prima di iniziare, vi ricordiamo che se avete dei suggerimenti riguardo a degli argomenti o degli strumenti che vi piacerebbe vedere testati sul canale non dovete far altro che dare una sbirciata nel vasto catalogo di Strumentimusicali.net e poi comunicarcelo tramite i commenti dei video oppure in direct su Instagram!



Design e prime impressioni

La linea “Superstar” di TAMA ha solcato più di quarant’anni sul mercato batteristico, e lo ha fatto imponendo sempre una chiara filosofia. La celebre serie di drumkit del brand nipponico è infatti sinonimo di robustezza e qualità costruttiva, ma soprattutto è associata ad un suono dal top-end cristallino e sempre a fuoco. Questa chiara immagine sonoro-costruttiva si è consolidata in anni di esperienza, partendo dai modelli Starclassic degli anni ’70 ed evolvendosi con il passare del tempo.

Non soltanto un suono inconfondibile ed un gran feeling di solidità, grazie ai suoi fusti in acero e pino la Superstarclassic ha potuto puntare molto anche su finiture in grado di enfatizzare il proprio stile e design. Ben 14 colorazioni diverse che spaziano tra versioni “burst”, sparkle ed esotiche, il tutto sottolineato da un logo TAMA “retrò” posto sui fusti come linea di congiunzione con un passato molto importante.

In generale la TAMA Superstar Classic si fa riconoscere fin dal primo colpo, o dalla prima occhiata. Si tratta di un drumkit che si posiziona di poco sopra i €1000,00 di prezzo e che si configura per essere una batteria acustica completa, dal piglio professionale e dalle caratteristiche tecniche in grado di soddisfare un vasto range di batteristi.


Componenti e costruzione, non badiamo allo spazio

TAMA Superstar Classic

Lo avrete sicuramente visto anche nel video (allegato in calce al testo) ma lo ribadiremo anche qui: con questa Superstar Classic non ci rivolgiamo a chi ha bisogno di un kit dalle dimensioni contenute. Con i suoi sette elementi questa batteria di casa TAMA è completa di tutte quelle componenti in grado di sopperire alla maggior parte delle necessità sonore.

La cassa del drumkit che abbiamo scelto è una 22″x16″, mentre il rullante è un 14″x6.5″; i tom dei quali è dotata questa Starclassic sono tre, nelle misure 8″x6″, 10″x7″, e 12″x8″, ed il tutto è completato da due timpani (14″x12″ e 16″x14″). Tre tom e due timpani, cassa e rullante, questo il vasto dispiegamento di forze che caratterizza la Superstar Classic Maple, e che una volta montato va a prendere uno spazio decisamente poco “amico” di spazi angusti.

Ognuno dei fusti della TAMA Superstar Classic è costruito con strati di acero e pino. Nello specifico la cassa è caratterizzata da 6 strati d’acero e 2 strati di pino, mentre gli altri tamburi sono realizzati con 4 strati d’acero e 2 strati di pino. Questa particolare configurazione è l’asso nella manica della Superstar Classic. Proprio sull’acero dei fusti TAMA gioca la partita più importante, ovvero il dare vita a quelle alte frequenze brillanti che caratterizzano la risposta precisa e cristallina di questo drumkit.

Con la batteria arrivano soltanto le meccaniche che servono per montare due tom sulla cassa e per assicurarne un’altro ad un’asta tramite clamp. Ahimè per completare la nostra opera di montaggio con tutte le aste e le meccaniche necessarie, dovremo acquistare un kit hardware come il Superstar di TAMA, il quale a tutti gli effetti fa oscillare il nostro budget di quasi €300,00.


Sound e feeling

L’abbiamo già sottolineato più volte, e lo ripeteremo: la capacità di rimanere sempre a fuoco delle alte frequenze della Superstar Classic è un gran punto di forza. Ciò viene ovviamente dall’acero dei fusti, ma anche dalle pellì monostrato che sono fornite in dotazione con il kit. Alte frequenze ben focalizzate e precise sono un vantaggio non da poco, anzitutto perché nel contesto di una band aiutano a non sparire mai nel mix, ma soprattutto perché aiutano moltissimo a controbilanciare la corposa pancia bassa ed il sustain della TAMA Superstar Classic.

La giusta alchimia di frequenze è qualcosa di molto importante in una batteria e, indipendentemente dal gusto personale, è uno di quegli elementi che ci permette di trarre il meglio anche da kit meno performanti. Non è però il caso del drumkit del quale parliamo oggi, che sul piano sonoro si propone come una più che equilibrata proposta per i €1130,00 di prezzo.

Rapporto qualità prezzo molto vantaggioso, soprattutto a fronte di un apporto sonoro che solitamente si confà a strumenti di alta fascia. Il sound della Superstar Classic è molto organico, e con ciò stiamo provando a descrivere quella complessità che si percepisce soltante nei suoni più “ariosi” ed in grado di far respirare tutte le frequenze nella giusta maniera. È una batteria capace di molte sfumature, questo soprattutto grazie alla configurazione 3 tom + 2 timpani, ovvero una configurazione versatile sia sulla carta, sia all’atto pratico.


Perché acquistare una TAMA Superstar Classic?

Perché volete fare un salto di qualità rispetto alla vostra batteria, e soprattutto perché state cercando una soluzione che possa essere sia un punto di ingresso in un range di suoni “pro”, sia uno strumento versatile.

Certamente l’ingombro generale non è da trascurare, ma c’è anche da dire che versatilità non vuol sempre dire avere tutti i suoni sempre a disposizione: può anche voler dire montare gli elementi che servono per ogni determinata
situazione musicale.