Proteggiamo le nostre orecchie: quattro alternative

Francesco Sicheri

Francesco Sicheri

Mi chiamo Francesco e tutti i giorni ascolto, leggo e scrivo. Da più di tredici anni mi occupo di giornalismo musicale, sul web e sulla carta. Oggi scrivo per GasTube, e sono editor per Guitar Club e Drum Club. Da poco ho lanciato il mio podcast, "Frank Talks", nel quale parlo di musica, di libri, e di passioni, e lo faccio con tanti ospiti interessanti.

Diventa mio allievo

  • Nessuna scadenza;
  • Contatto diretto per risolvere ogni dubbio;
  • Aggiornamenti e nuove lezioni inclusi a vita.

In maniera quasi paradossale il modo in cui proteggiamo le nostre orecchie è uno di quegli aspetti estremamente trascurati dalla maggior parte dei batteristi. Nel mezzo dei tanti argomenti sui quali focalizzarsi la salute, si sa, passa sempre in secondo piano, ma oggi proviamo a ridarle il giusto spazio.

In collaborazione con Strumentimusicali.net parliamo di tre tipologie di protezione per le nostre orecchie con le quali possiamo tutelarci durante lunghe sessioni ad alto volume. Parliamo di tappi, di earpad, di cuffie, ed in generale proviamo a porre l’accento sulla sempreverde questione del porre anche la nostra salute all’interno del percorso di crescita come musicisti.

Tappi ALPINE EarPlug Plug & Go

Proteggiamo le nostre orecchie senza spendere troppo

Non c’è batterista al mondo che almeno una volta non abbia provato, o almeno sentito parlare, di tappi pensati per l’esercizio. Non si tratta di tecnologia esoterica, ma piuttosto di semplici concetti. Tappi per orecchie, niente di così difficile da inquadrare, ma allo stesso tempo un prodotto tanto basilare quanto efficace.

tappi per batteristi Alpine EarPlug

Gli EarPlug Plug & Go di ALPINE sono la versione più economica e basica di uno strumento di protezione per l’udito. Realizzati in schiuma morbida, questi tappi sono affusolati e dalle forme stondate, basterà “appallottolare” l’estremità più sottile prima di inserirli nell’orecchio, e la schiuma andrà autonomamente a riportare il tappo alla sua forma originaria riempiendo la porzione del canale uditivo e del padiglione.

Ogni confezione contiene 10 tappi che arrivano anche forniti di una travel box per portarli con noi senza continuamente rischiare di perderli. L’attenuazione è notevole, soprattutto pensando che con soli €7,90 proteggiamo le nostre orecchie da quelli che possono rivelarsi danni molto pesanti.

EARSONICS EarPad

-16db di attenuazione ma senza perdere i dettagli sonori

Dai tappi ALPINE passiamo invece ad una seconda modalità con la quale proteggiamo le nostre orecchie ed il nostro udito senza però rinunciare completamente ad un articolato spettro di dettagli sonori. Se da un lato è giusto puntare ad attenuare tutte quelle frequenze che – sulla lunga gittata – potrebbero andare a causare danni irreparabili, serve anche guardare a delle modalità di protezione che non annullino completamente il piacere di suonare.

tappi per batteristi Earsonics EarPad in silicone

Gli EarPad di EARSONICS si propongono di fare esattamente questo: proteggere l’udito senza cancellare del tutto l’esperienza sonora. Forti di una tecnologia proprietaria, gli EarPad garantiscono un’attenuazione di -16db, ma assicurano un 30% di informazioni sonore in più rispetto ai canonici tappi.

Realizzati in silicone gli EarPad sono lavabili e riutilizzabili più volte. Vengono forniti con un astuccio per il trasporto, un laccio per assicurarli al collo e due varianti di adattatori per diverse conformazioni di orecchie. Un’alternativa valida non soltanto ai tappi ma anche alle cuffie over-ear.

ALPINE EarMuffs

Proteggiamo le nostre orecchie con… delle cuffie!

Quando si parla di attenuazione ALPINE Earing Protection è uno dei marchi leader del settore. Non è quindi un caso che una delle cuffie per attenuazione più performanti e vendute venga proprio dai laboratori del brand olandese. Si chiamano EarMuffs e sono delle “semplici” cuffie pensate esplicitamente per attenuare i rumori che ci circondano. Il concetto è lo stesso già visto con i tappi, ma questa volta applicato a delle cuffie.

Prezzo contenuto – €19,90 – un’attenuazione di -25db ed il comfort che soltanto delle cuffie sanno conferire. Per tutti quelli che non amano avere dei tappi o dei plug nelle orecchie, l’alternativa rappresentata dalle cuffie è sicuramente la migliore. Con le EarMuffs abbattiamo l’impatto dei rumori provenienti dal nostro kit, proteggiamo le nostre orecchie, e lo facciamo con un prodotto caratterizzato da una grande comodità.

cuffie per attenuazione sonora per batteristi Alpline e Vic Firth

Pieghevoli, facilmente trasportabili, leggere e con un archetto sufficientemente regolabile (e dal padding adeguato), per poco meno di €20,00 è difficile chiedere di più.

VIC FIRTH DB22 e SIH2

Proteggiamo le nostre orecchie ma non rinunciamo alla musica.

Se le EarMuffs di Alpine si avvicinano a ciò che state cercando, ma volete un’attenuazione ancora più performante, allora le DB22 fanno al caso vostro. Rispetto alle EarMuffs costano leggermente di più ma i materiali con i quali sono realizzate, l’attenuazione ed il comfort giustificano il leggero aumento di prezzo.

Così come le EarMuffs anche le DB22 non presentano caratteristiche particolarmente strutturate, ma svolgono il loro lavoro in maniera eccelsa. Sempre in casa Vic Firth però, troviamo una variante delle DB22 che – a fronte di una spesa di €75,00 – ci offre qualcosa che nessuna delle opzioni viste oggi riesce a garantire.

Si chiamano SIH2 Stereo Isolation Headphones e partendo dalla base posta con le DB22 aggiungono al quadro tecnico anche la possibilità di ascoltare musica grazie a driver dinamici da 50mm. Non soltanto attenuazione di -25db, ma anche un cavo con il quale poter ascoltare dei brani sui quali suonare.

Quella delle SIH2 è un’alternativa valida per tutti quelli che solitamente non badano troppo alla protezione delle proprie orecchie, per non incappare nel fastidioso problema di dover poi suonare con una percezione sonora straniata o distorta proprio dall’attenuazione.