El Estepario SIberiano, come ottenere i suoi suoni?

Francesco Sicheri

Francesco Sicheri

Mi chiamo Francesco e tutti i giorni ascolto, leggo e scrivo. Da più di tredici anni mi occupo di giornalismo musicale, sul web e sulla carta. Oggi scrivo per GasTube, e sono editor per Guitar Club e Drum Club. Da poco ho lanciato il mio podcast, "Frank Talks", nel quale parlo di musica, di libri, e di passioni, e lo faccio con tanti ospiti interessanti.

Diventa mio allievo

  • Nessuna scadenza;
  • Contatto diretto per risolvere ogni dubbio;
  • Aggiornamenti e nuove lezioni inclusi a vita.

El Estepario Siberiano è uno di quei nomi impossibili da ignorare se, da batteristi, bazzicate YouTube da qualche tempo. Il suo stile ed i suoi suoni sono qualcosa che ha fatto parlare un po’ tutto il mondo batteristico, ed oggi ne parliamo anche noi.

Insieme a Strumentimusicali.net proviamo a ricreare quel tipo di sonorità che ha reso tanto famoso El Estepario Siberiano, e lo facciamo grazie alla EAD10 di Yamaha, ma anche con l’aiuto di due selezionate pelli Evans e Remo.

Se avete dei suggerimenti riguardo a degli argomenti o degli strumenti che vi piacerebbe vedere testati sul canale non dovete far altro che dare una sbirciata nel vasto catalogo di Strumentimusicali.net e poi comunicarcelo tramite i commenti dei video oppure in direct su Instagram!

Quali pelli scegliere?

Delle pelli utilizzate da El Estepario Siberiano, sappiamo che ci sono due elementi importanti da rispettare. Anzitutto partiamo dalla pelle battente dedicata al Floor Tom. Per questo Tom da 16″ abbiamo puntato ad una Remo P316BE PinStripe Clear, mentre per il rullante abbiamo pensato di utilizzare una pelle Evans B14DRY Genera DRY da 14″.

Pelle per batteria Remo P316BE PinStripe Clear. El Estepario Siberiano

La pelle del rullante è particolarmente importante per il suono di El Estepario Siberiano. Siamo di fronte ad un musicista che predilige soprattutto sonorità secche, al limite del sintetico, le quali vengono eventualmente colorate in post-produzione o grazie a effetti di ambiente applicati sul suono ripreso. La Genera Dry di Evans si rende utile al nostro scopo, proprio perché grazie ad un anello di controllo da 2mil, e anche grazie ai fori sul perimetro, è pensata per ridurre armoniche e sustain.

Microfoni: quali usare per suonare come El Estepario Siberiano

Non si sa troppo su quelli che sono i microfoni utilizzati da El Estepario Siberiano per i suoi video. Quello che è certo è che per avvicinarsi al suo setup si può partire con il rimuovere ogni microfono, all’infuori di quello utilizzato per il charleston.

Non è chiaro se El Estepario Siberiano utilizzi dei microfoni panoramici overhead, i quali possono comunque tornare utili per alcune prove. Poco male però, perché la vera star del setup di oggi – insieme al charleston microfonato – è la Yamaha EAD10.

Yamaha EAD10

In passato abbiamo già parlato della EAD10 sul canale, ma oggi torniamo a farlo perché si tratta del vero e proprio cuore operativo della nostra missione. Anzitutto partiamo con una questione fondamentale per tutti quelli che non conoscono il prodotto in questione: cos’è la Yamaha EAD10?

La EAD10 è uno strumento composto da due pezzi, un trigger con microfoni ed una centralina elettronica. Si tratta di uno strumento in grado di applicare un vasto range di effetti ai suoni campionati dai microfoni del trigger, ed è per questo che torna molto utile al nostro scopo di ricreare le sonorità di El Estepario Siberiano. La Yamaha EAD10 è in grado di gestire fino a 250 scene sonore, più di 700 suoni e più di 30 effetti applicabili ai nostri suoni, e questo ci permette letteralmente di trasformare il suono “campionato” dalla nostra cassa.

Yamaha EAD10 El Estepario Siberiano

Il trigger che arriva “nella scatola” con la EAD10 è quello da applicare alla cassa della nostra batteria, ma la centralina ospita degli input per un ulteriore trigger da applicare al rullante. Ai due input per i trigger, si aggiungono anche altri due ingressi dedicati all’eventuale uso di microfoni esterni. In un’ottica di registrazione la EAD10 ci consente anche di sfruttare un’uscita USB che fondamentalmente ci permette di non essere per forza legati ad una scheda audio esterna. Allo stesso tempo la EAD10 può registrare tutti i suoni “ripresi” anche su una chiavetta USB, alleggerendo ulteriormente il carico di lavoro per quanto riguarda l’organizzazione del materiale.

El Estepario Siberiano

Lo stile de El Estepario Siberiano è molto particolare. Asciutto, preciso, molto spesso “synthetico” e sovra-prodotto, ci sono diversi elementi da tenere in conto nel momento in cui ci si voglia avvicinare alle sonorità che caratterizzano il suo lavoro.

Fra i tanti elementi che dovete tenere a mente non ci sono soltanto gli effetti. Prestate sempre attenzione all’accordatura delle pelli. Fate più tentativi e provate a fare un “matching” ad orecchio per quanto riguarda i suoni di rullante e tom.

Oltre alle pelli badate all’equalizzazione dei suoni ripresi dal microfono per il charleston, e magari fate qualche prova con dei panoramici. Questo tipo di operazioni hanno molto a che spartire con un esperimento, ed è giusto prendersi il tempo necessario al provare, smontare, rifare e riprovare.