L’importanza dello sgabello: come sceglierlo?

Francesco Sicheri

Francesco Sicheri

Mi chiamo Francesco e tutti i giorni ascolto, leggo e scrivo. Da più di tredici anni mi occupo di giornalismo musicale, sul web e sulla carta. Oggi scrivo per GasTube, e sono editor per Guitar Club e Drum Club. Da poco ho lanciato il mio podcast, "Frank Talks", nel quale parlo di musica, di libri, e di passioni, e lo faccio con tanti ospiti interessanti.

Diventa mio allievo

  • Nessuna scadenza;
  • Contatto diretto per risolvere ogni dubbio;
  • Aggiornamenti e nuove lezioni inclusi a vita.

Un buono sgabello è fondamentale per ogni buon drumkit che si rispetti. Oggi parliamo proprio di come sceglierlo e del perché l’importanza dello sgabello sia un aspetto da non sottovalutare mai quando pensiamo di migliorare il nostro setup.

In compagnia di Strumentimusicali.net oggi esaminiamo tre diversi sgabelli per batteria provenienti dai cataloghi di TAMA, K&M e Gibraltar.

Se avete dei suggerimenti riguardo a degli argomenti o degli strumenti che vi piacerebbe vedere testati sul canale non dovete far altro che dare una sbirciata nel vasto catalogo di Strumentimusicali.net e poi comunicarcelo tramite i commenti dei video oppure in direct su Instagram!

Postura

L’importanza dello sgabello nella postura per un buon playing

Non si può pensare di sviluppare un buon suono se prima non si adotta una buona postura. Si tratta di una di quelle regole ignorate dalla stragrande maggioranza delle persone. Un po’ per pigrizia, un po’ per presunta comodità, in troppi non lavorano a sufficienza sulla propria postura dietro le pelli.

Anzitutto è fondamentale che le gambe siano ad un angolazione di 90°, eventualmente un po’ più di 90° ma mai meno. Questo aiuta a sviluppare il giusto grado di mobilità per piedi e caviglie, ma soprattutto aiuta a generare la giusta forza per utilizzare le gambe senza sforzi negativi, che si possono tradurre – se poco curati – in danni fisici prolungati.

Un altro aspetto importante per il quale voler adottare una giusta postura sullo sgabello, è quello della propria salute fisica. Allo stesso modo di chi spende molto tempo alla scrivania, una postura sbagliata mantenuta per lunghi periodi di tempo può causare problemi fisici non soltanto alle gambe ma anche alla schiena. Sforzarsi per comprendere il giusto modo di sedersi sullo sgabello, non ci aiuterà soltanto a stare più comodi, ma anche a suonare meglio per molto più tempo.

TAMA HT130

Partiamo da un alternativa economica, ovvero dall’HT130 di TAMA. Si tratta di uno sgabello attualmente venduto alla cifra di €66,00, ed è il primo della nostra breve lista per una motivazione molto semplice: basilare ma solido. Una sorta di certezza, l’HT130 è semplice, senza fronzoli, ma porta a casa il lavoro e lo fa senza soffrire il peso del tempo.

Altezza del sedile di 90mm, con una seduta dal diametro di 33cm, l’HT130 ha un’altezza regolabile che varia da 44,5 cm fino a 62 cm, a sufficienza per garantire un po’ a chiunque di trovare la giusta regolazione. Esteticamente si presenta in maniera molto semplice, con una seduta tonda di colorazione nera, ben imbottita, e rifinita esclusivamente dal logo TAMA.

Le gambe a doppia staffa dell’HT130 gli permettono di gestire bene il peso e di risultare sempre molto stabile. Alla cifra richiesta di €66,00 non lascia spazio a molti dubbi nel momento in cui si stia cercando uno sgabello economico, ma allo stesso tempo in grado di durare nel tempo. Un prodotto economico, che ci consente comunque di dare il giusto grado di importanza allo sgabello all’interno del nostro drumkit.

KONIG & MEYER Drummer’s Throne Nick Black Imitation Leather

Alziamo la posta in gioco, e lo facciamo con il K&M Drummer’s Throne Nick Black Imitation Leather, al quale – per comodità – ci riferiremo con il suo codice 14055. Dai €66,00 dello sgabello TAMA passiamo ai €115,00 (attualmente in sconto su Strumentimusicali.net) di questo K&M.

Si tratta di uno sgabello molto più “elaborato” per quanto riguarda struttura e seduta, con un’altezza regolabile in grado di passare da 50,8 cm a 71 cm. Il sistema di bloccaggio è composto da un perno a molla e da una vite di bloccaggio. Le gambe del K&M Drummers’ Throne sono a doppia staffa in acciaio e presentano un design pieghevole a due pezzi.

Rispetto al TAMA HT130, la seduta di questo K&M è triangolare e sagomata per dare al batterista un chiaro input sul tipo di postura da mantenere. Le dimensioni della seduta, realizzata in similpelle nera, sono di 38 cm x 35 cm, una superficie più che sufficiente per offrire grande comodità e stabilità.

GIBRALTAR 9608MB

Ultimo sgabello di questa nostra disamina è il 9608MB di casa Gibraltar, il più costoso e “rifinito” dei tre che abbiamo scelto per questo articolo. Si tratta di uno sgabello con schienale, caratteristica che nessuno degli altri due sgabelli visti fino ad ora presenta.

Il 9608MB offre un altezza regolabile uguale a quella del K&M, ovvero capace di spaziare tra 50,8 cm e 71 cm. La seduta è ampia, anche in questo caso a forma triangolare e sagomata nella punta più alta del triangolo dove le gambe vanno ad appoggiarsi al sedile. Il 9608MB presenta un sistema di regolazione dell’altezza “memory lock”, che permette di non dover settare troppo spesso le due viti che vanno a impostare altezza della seduta e dello schienale.

Indubbiamente lo schienale del 9608MB è l’elemento che va a fare la differenza maggiore. Si tratta di un’opzione interessante, ed in grado di ribadire fermamente l’importanza dello sgabello nel nostro setup. Proprio grazie allo schienale è facile ottenere una postura consona, ma soprattutto è molto più semplice mantenerla anche per lunghe sessioni. Al costo di €179,00 non è sicuramente lo sgabello più economico, ma ogni centesimo è speso bene, sia per quanto riguarda la stabilità della seduta, sia per quanto concerne l’ergonomia generale.