Pedali Universal Audio: il nuovo “Top” da eguagliare?

Francesco Sicheri

Francesco Sicheri

Mi chiamo Francesco e tutti i giorni ascolto, leggo e scrivo. Da più di tredici anni mi occupo di giornalismo musicale, sul web e sulla carta. Oggi scrivo per GasTube, e sono editor per Guitar Club e Drum Club. Da poco ho lanciato il mio podcast, "Frank Talks", nel quale parlo di musica, di libri, e di passioni, e lo faccio con tanti ospiti interessanti.

Diventa mio allievo

  • Nessuna scadenza;
  • Contatto diretto per risolvere ogni dubbio;
  • Aggiornamenti e nuove lezioni inclusi a vita.

Cosa dire di Universal Audio che non sia già stato detto in tutte le salse? Il brand statunitense ha imposto il proprio nome ai vertici del settore dei prodotti audio rivolti ai musicisti, e risulta soltanto sensato che sia finalmente arrivata sil mercato anche la prima linea di pedali Universal Audio.

Oggi, grazie a Strumentimusicali.net vediamo i tre nuovi nati di casa UAD: Golden Reverberator, Starlight Echo Station e Astra Modulation Machine. I tre nuovi nati di casa Universal Audio sono prodotti molto “stratificati” per quanto riguarda le loro funzionalità. Cercheremo di coprire i punti salienti, rimandando al video allegato, ed alle pagine prodotto, per una panoramica più completa.

Vi ricordiamo che potete inviare a Gastube gli strumenti a cui siete più interessati grazie ad un carrello strumentimusicali.net. Create il vostro carrello e successivamente inviatelo a [email protected]

Universal Audio Golden Reverberator

Il riverbero perfetto grazie ai nuovi pedali Universal Audio?

Chassis con una elegantissima finitura oro/metallo spazzolato, il Golden Reverberator si presenta come l’all-in-one di casa UAD per quanto riguarda il comparto riverberi. Sei knob per gestire ogni parametro, e tre toggle switch per navigare tra le sezioni del pedale, con infine un footswitch per l’attivazione del pedale ed un secondo footswitch per la navigazione tra i preset: questo tutto ciò che Universal Audio ha studiato per l’interazione con l’effetto.

pedale riverbero per chitarra universal audio golden reverberator

Il cuore sonoro del Golden Reverberator si divide in tre macro-sezioni navigabili tramite il primo toggle switch da sinistra. Grazie allo switch centrale possiamo memorizzare il preset, mentre il terzo ed ultimo toggle switch ci permette di selezionare una tra le tre modalità a disposizione per ciascuna delle tre diverse tipologie di riverbero. Quest’ultime sono: Spring 65, ovvero un riverbero ispirato a quello a molla e presente su alcuni dei più celebri amplificatori americani degli anni’ 60; Plate 140, modalità che ricrea la risposta degli EMT 140 Plate Reverb che hanno fatto la storia di molti tra gli studi più importanti del mondo; Hall 224, modalità che ricrea la riverberazione del celebre Lexicon 224.

Oltre alle tre modalità a disposizione del pedale, si possono ottenere altri due riveberi (messi a disposizione gratuitamente da Universal Audio nel momento della registrazione): Plate 224 e Chamber 224, sempre derivanti dalle unità Lexicon 224.
Tutti e tre i nuovi pedali Universal Audio sono dotati anche di equalizzatore a due band (bassi e alti), per andare a scolpire il suono in modo ottimale a seconda dell’uso, e del setup utilizzato. I controlli di Decay, Predelay e Mix vanno ad operare sulla presenza e sul tempo di decadimento del riverbero scelto. Infine il controllo Mod ci permette di dosare la presenza di modulazione sulla riverberazione.

Universal Audio Starlight Echo Station

Un delay per ogni tipo di necessità

Lo Starlight Echo Station, come intuibile, è quell’unità tra i nuovi pedali Universal Audio dedicata ai delay. Lo scopo dello Starlight è quello di riunire in un unico – contenuto – box sia simulazioni di delay a nastro e analogici, sia delay digitali. Dai tape echo e bucket brigade fino a quel tipo di ripetizioni precise e cristalline che incarnano l’anima dei delay digitali: allo Starlight non manca nulla.

pedale delay per chitarra universal audio starlight echo station

I controlli a disposizione funzionano esattamente come già visto con il Golden Reverberator. 6 manopole per la gestione delle feature, tre toggle switch per la navigazione tra le modalità e due footswitch, uno per l’attivazione del pedale ed uno che funge sia da tap-tempo, sia da selettore dei preset.
Le tre modalità a disposizione dello Starlight soo divise tra: Tape EP-III, ovvero una simulazione del leggendario Echoplex; Analog DMM, simulazione che si rifà ad un’altra leggenda del settore quale il Deluxe Memory Man di Electro Harmonix; Precision, delay che arriva proprio da casa UAD e che risponde al nome di Precision Delay.

Le sei manopole a disposizione dello Starlight Echo ci consentono di controllare Delay (tempo), Feedback (quantità di ripetizioni) Mix, Division (suddivisione ritmica delle ripetizioni), Color (una sorta di EQ) ed infine Mod (presenza della modulazione sulle ripetizioni). Così come con il Golden Reverberator, registrando il prodotto dopo l’acquisto potremo avere a disposizione un’altra tipologia di Delay chiamata Cooper Time Cube e scaricabile gratuitamente dal sito UAD.

Universal Audio Astra Modulation Machine

Il coltellino svizzero delle modulazioni secondo Universal Audio

Non lo ripetermo di nuovo: il funzionamento del pedale è analogo a quello degli altri due della linea. I controlli sono disposti in ugual maniera e la selezione delle modalità avviene esattamente allo stesso modo. Le tre modalità a disposizione dell’Astra Modulation Machine sono: Chorus Brigade, ovvero un algoritmo che prende spunto dal famosissimo Boss CE1; Flanger Dblr, una simulazione dell’iconico MXR Flanger/Doubler; Trem 65, simulazione che ricrea il suono dello storico canale tremolo degli amplificatori Fender Blackface. Gratuiti al momento della registrazione del prodotto si ricevono gli effetti Phaser X90 e Dharma Term 61.

pedale modulazione per chitarra universal audio astra modulation machine

A disposizione dell’Astra Modulation Machine troviamo i tre controlli canonici di Speed, Depth e Intensity, ai quali si aggiungono Shade (il colore sonoro, non propriamente un EQ ma qualcosa che si percepisce in maniera simile), Shape (la forma d’onda) e Mode che vanno ad agire sul suono analogico di riferimento andando a plasmarne la risposta ed il carattere.

Considerazioni generali

Le nuove unità firmate Universal Audio sono pedali di fascia alta. Al prezzo di €399,00 ciascuno, siamo di fronte ad pedali pensati per musicisti dalle esigenze qualitative molto alte. Ogni pedale riporta nella sua categoria quella qualità e quel feeling “premium” ai quali UAD ha abituato in ogni ambito della sua produzione. Se state cercando un prodotto che risponda ad ogni tipologia di richiesta con un impianto tecnico al top, allora questi nuovi pedali Universal Audio fanno decisamente al caso vostro.

Ogni unità è dotata di connessione USB C utilizzabile per scaricare gli effetti gratuiti aggiuntivi, e per aggiornare i pedali al firmware più recente. Quando vi avvicinate all’acquisto di una tra queste unità tenete a mente che – come avrete già sentito in molte discussioni – malgrado il prezzo UAD non include un alimentatore. Poco male, perché i pedali sono alimentabili a 9V come la stragrande maggioranza degli stompbox per chitarra.