Mooer GE150: piccola, ma piena di sorprese

Ale_GasTube

Ale_GasTube

Suono la chitarra e mangio la Nutella. Ma più che altro mangio la Nutella.

Diventa mio allievo

  • Nessuna scadenza;
  • Contatto diretto per risolvere ogni dubbio;
  • Aggiornamenti e nuove lezioni inclusi a vita.

Mooer è un marchio che è cresciuto molto negli anni ed ha raggiunto ormai livelli eccellenti in tutte le applicazioni digitali: pedali singoli, multieffetti di varie dimensioni, delay e riverberi innovativi. Il catalogo è molto denso e ora si andrà ad aggiungere la nuova Mooer GE150.

Siamo davanti alla più piccola tra le pedaliere della serie GE perchè è pensata in maniera corretta e precisa per l’utilizzo casalingo e in studio, più che per l’utilizzo live che è possiibile, anche se in maniera un po’ macchinosa.

23 centimetri di larghezza e appena 15 di profondità per uno strumento che non manca di sorprendere: la catena è fissa, ma molto articolata e permette di divertirsi, a partire dai 55 amplificatori presenti, che non tradiscono le aspettative.

La possibilità di caricare le IR espande ulteriormente le possibilità timbriche, ma la più grande particolarità è nascosta nelle connessioni sul lato posteriore.
Oltre ai classici input ed output (questi ultimi stereo) troviamo l’ingresso AUX IN per entrare con il nostro lettore MP3, telefono o computer ed ascoltare le basi o le canzoni, l’uscita cuffie per non disturbare i vicini quando suoniamo in piena notte, l’USB per connettere il Mac o il PC e, attenzione, una MicroUsb cui connettere i nostri telefonini.

Quest’ opzione rende la GE150 una compagna ideale per i viaggi, per registrazioni “al volo” e per registrarci mentre suoniamo senza perdere tempo a sincronizzare registrazione audio e video, ma ottenendo un file completo in maniera velocissima: semplicemente il nostro telefono prenderà come sorgente l’audio della piccola Mooer Ge150, regalandoci un suono perfetto.

Grande idea questa che permette una condivisione rapidissima delle nostre parti suonate su tutte le piattaforme social.

I suoni sono sostanzialmente quelli delle sorelle maggiori, limitati dal punto di vista della personalizzazione visto che la catena non può essere modificata, ma non ci dovrebbero essere grandi problemi data la presenza di effetti sia prima che dopo la simulazione dell’ amplificatore.

Sono inoltre presenti looper e batteria per creare le nostre basi su cui improvvisare in maniera veloce.

Bel lavoro come sempre per Mooer che, ad un prezzo super concorrenziale, mette fuori uno strumento utili a tutti noi chitarristi. Provatelo, non vi deluderà.