Il corso sei corde vocali è in sconto fino al 26 gennaio 2020, approfittane! Provalo ora >

Quali pedali sono indispensabili per suonare il basso?

TheNerdBass

TheNerdBass

Bassista autodidatta, ho suonato in alcune cover band sia come chitarrista che come bassista, spaziando dall'heavy metal, rock, pop, funk e alternative. Nel 2010 fondo la band Opium Trail con cui suono come bassista per quasi tre anni, durante i quali pubblichiamo un EP autoprodotto, scrivendo e arrangiando alcuni brani, e ricoprendo occasionalmente anche il ruolo di fonico. Recentemente ho accostato lo studio dell'ukulele e del contrabbasso (entrambi da autodidatta) a quello della chitarra e del basso. Dal settembre del 2013 al giugno del 2015, ho frequentato la scuola civica di musica di Gambolò, studiando basso elettrico Dal Marzo del 2014 al Maggio del 2015 sono stato il bassista della band AnteVision, con cui ho registrato un EP, dove mi sono occupato in prima persona del mastering e dell'artwork. Dal 2016 al 2017 sono stato il bassista della band NewRise. Dal 2017 sono il bassista della band Bad Condition.

Diventa mio allievo

  • 8 ore di corso
  • 39 assoli
  • Aggiornamenti e nuove lezioni inclusi a vita

La risposta forse più sensata alla domanda su quali siano i pedali indispensabili per un bassista potrebbe tranquillamente essere nessuno oppure tutti.
Questo perchè dipende da vari fattori: in alcuni casi dipende dal repertorio, in altri per il puro piacere personale, d’altronde c’è chi suonerebbe anche senza il pedale accordatore e chi invece ha necessità di pedaliere che fanno provincia.

Personalmente ritengo che i pedali fondamentali per un bassista siano due: l’Accordatore e un Preamp con D.I., tutto il resto è a discrezione personale o del progetto a cui si collabora.

Un buon accordatore perchè non è detto che si riesca ad accordare al volo ad orecchio in sala prove o su un palco, e anche l’accordatore a paletta può essere soggetto a problemi in condizioni di forti rumori, inoltre gran parte di essi hanno una funzione per silenziare il segnale, che può sempre tornare utile, ad esempio per cambiare strumento al volo.

Il Preamplificatore con D.I. invece può tornare utile in caso non si utilizzi il proprio amplificatore, o che il nostro ne sia sprovvisto e non abbia abbastanza potenza per la location in cui stiamo suonando, in ultimo avere una D.I. di emergenza con il nostro suono preimpostato da mandare al fonico può far sempre comodo sia in live, sia in fase di registrazione.

In molti casi una buona pedaliera multieffetto può coprire queste necessità, e anche altre, ma scriverò più avanti un articolo a riguardo sulla questione pedaliera multieffetto o pedali singoli.
Ripeto, questi sono. a mio parere personale, i pedali essenziali che non possono mancare in una pedaliera per un bassista, però nessuno vieta di non averli affatto, o di usare 10/100/1000 pedali oltre a quelli descritti.

Siete d’accordo o volete aggiungerne altri? Scrivete nei commenti!

See ya!
Cesare

http://thenerdbass.altervista.org